venerdì 25 ottobre 2013 0 commenti

Rosso.

E poi c’è stato un momento, quel momento, in cui il rosso è diventato fondamentale, ci distingueva, era diventato parte di noi, del nostro essere.
Il rosso eravamo noi due nudi, insieme; erano i vetri appannati sotto la pioggia; era il contatto della nostra pelle dopo tanto tempo; era il mescolarsi di odori famigliari; erano i vestiti tolti via con delicatezza; erano le calze nuove e la paura di smagliarle; era la sua camicia, bottone dopo bottone; era il nostro respiro che accelerava, sincrono.
Il rosso era tutto, era il nostro specchio, la nostra anima riflessa.

Si è verificato un errore nel gadget
 
;