mercoledì 24 ottobre 2012

Paragrafi di ricordi.

Aprii la finestra e accesi la sigaretta, con un gesto d'abitudine. 
Nella mia testa, un susseguirsi di immagini nitide e non sequenziali. Era come aprire un libro ricco di punteggiatura.
Sei tra gli incisi della mia memoria. Indelebile insieme di vissuti. Come posso ridurti tra due pause, quale meraviglioso errore. Sei ben altro. Sei un tumulto di caratteri scenografici che irrompono tra la mia noia e la voglia di un cambiamento.


Sorseggiando paragrafi nell'ombra, respiro.



0 commenti:

Si è verificato un errore nel gadget
 
;