venerdì 11 maggio 2012

Ricordi d'estate

Hai preso dimora presso i miei seni
durante quell'afoso buio estivo.
E torna alle narici il nostro odore
di gelsomini schiusi,
accarezzato dal soffio del vento
leggero di stagione.
Socchiusi gli occhi,
ti osservai nel sonno.
Non avevo bisogno di pupille attente
per guardarti.
Bastava il pulsare nel tuo petto,
sincrono al mio.


M.



0 commenti:

Si è verificato un errore nel gadget
 
;