venerdì 4 maggio 2012

Come Narciso

Sei la musa ispiratrice
dei miei sogni nascosti
e dei miei umili tratti di grafite
su quei fogli che un tempo
mi regalasti.
 
Ho nelle narici il profumo
della tua pelle, ancora.
Buono e puro come quel sorriso
sincero, che di rado mostri
agli osservatori attenti.
 
Nei tuoi occhi mi specchiavo
come Narciso, per vedermi bella
come a te sembravo.
Bugiardo, assecondavi il mio intimo respiro
e i miei capricci.
 
Ti dedico ancora i miei scritti
come vedi, o Musa.
E ti porgo l'altra guancia
per l'amore che in me riservo
verso la tua persona.
 
M.
http://www.flickr.com/photos/conradroset/

0 commenti:

Si è verificato un errore nel gadget
 
;