martedì 16 febbraio 2010

dopo V for Vendetta

dopo V for vendetta, per ricordare i balli concessi o negati..gli sguardi scansati per volontà o per paura, per mancanza del coraggio che serve per vivere al momento..quel coraggio che ti da la forza di guardare negli occhi chi ti sta di fronte senza maschere che celino la tua vera identità.. io sono questo, il frutto di ciò che mi circonda..e preferisco essere quello che voglio io piuttosto che essere come loro..

e quasi per coincidenza, ma non credo, una delle colonne sonore più belle del film era la stessa che mi aveva fatto sentire un mio caro amico, dicendomi che l'aveva fatto pensare a me..=)

forse una delle poche canzoni in cui potevo sperare perchè fossero dedicate a me..

2 commenti:

Nannò ha detto...

e preferisco essere quello che voglio io piuttosto che essere come loro..

una frase che non ha mai bisogno di commenti e che dice sempre tutto da sola...

cmq bella la canzone...ma mi sto kiedendo come mai qst canzone sia passata anche da me qlc settimana fa...ehehe un saluto cara...

lil ha detto...

o bella, perchè la musica è universale e non è di nessuno in particolare, solo di chi la sente sua ;)

Si è verificato un errore nel gadget
 
;